Announcement

Collapse
No announcement yet.

TS-2000 con HRD e Dm780

Collapse
X
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • TS-2000 con HRD e Dm780

    KENWOOD TS-2000 con HRD e DM780



    Analisi della logica di funzionamento per le trasmissioni nei modi digitali





    Premessa

    Con l’avvento di HRD e di DM780, molti amici radioamatori hanno sperimentato l’integrazione nella stazione del controllo da computer del proprio apparato e l’uso delle comunicazioni con le tecnologie digitali.

    All’inizio i meno avvezzi all’uso dei computer si possono sentire spaesati ma poi con un po’ di costanza e di sperimentazioni i risultati iniziano a arrivare e le soddisfazioni pure.







    Con moltissimi amici via email abbiamo spesso “chiacchierato” su questo argomento arrivando praticamente sempre alla soluzione.

    Mi sono ripromesso di riuscire una volta per tutte a raccogliere le informazioni che sfortunatamente sono avvenute tramite scambio di email dirette in un piccola guida che possa essere condivisa e arricchita di informazioni man mano che se ne presentasse l’occasione sulla base della collaborazione di tutti i possessori di questo rtx.







    Le ipotesi presentate non sono sicuramente le uniche ne per forza le migliori ma solo un modo di affrontare ma soprattutto di capire un problema.







    Un po’ di storia : la porta seriale per gli usi HAM.

    La porta seriale, detta anche COM Port nel mondo Windows, esiste sui personal computer praticamente da sempre.





    La porta seriale veniva usata al posto della interfaccia current loop all’uscita del demodulatore per RTTY detto anche TU.







    Questo treno di impulsi veniva mandato alla porta seriale e gli zero e uno ricevuti ricomponevano il carattere trasmesso.



    Semplificando in sostanza la porta seriale veniva usata per inviare e ricevere dati da un modem il quale si occupava poi di interfacciarsi vero l’rx e il tx.

    Restava il problema di come attivare la trasmissione e come riportare il sistema in ricezione in quanto usare i commutatori di PTT sugli RTX per quanto fattibile era macchinoso e laborioso.

    L’interfaccia seriale secondo lo standard RS232 prevede un canale (un filo, un contatto sul connettore, un circuito) in cui avviene la ricezione dei dati seriali, un canale dove avviene la trasmissione dei dati seriali. Oltre a questo, con lo scopo di arbitrare e regolare il flusso di informazioni ricevute e trasmesse e gestire i problemi di tempi di attesa obbligatori specie nelle macchine elettromeccaniche, nell’interfaccia seriale secondo lo standard RS232 erano predisposti una ricca serie di canali e di segnali addizionali. La dotazione RS232 prevedeva molte funzioni , basti pensare che ad esempio era prevista una linea per essere informati dell’arrivo di una telefonata (Ring) e che quindi dovevamo sollevare il telefono e abilitare il modem a una risposta e molto molto altro.









    L’avvento dei dispositivi multi modo

    Successivamente alla RTTY divennero popolari altri modi come l’Amtor, il Packet e altri.




    Tutti questi dispositivi di fatto gestivano una entrata e una uscita audio verso il ricetrasmettitore (in alcuni rtx si collegavano al posto del microfono e al posto dell’altoparlante).

    I loro circuiti o il loro processore si occupava poi in base al modo selezionato di inviare alla uscita un carattere sempre tramite interfaccia seriale.



    Tutti i computer, quali essi fossero, bastava che disponessero di una porta seriale e di un programma (tipicamente una specie di emulatore di terminale evoluto) e erano in grado di diventare dei sistemi per la sperimentazione dei modi digitali.

    Anche in questo caso veniva usata una linea di controllo, tipicamente RTS, per dire al multi modem/tnc a sua volta di mandare il PTT all’RTX (all’interno del TNC si trovava anche il circuito per pilotare il PTT).




    Fine prima parte (post 1 di 3 - continua)
    Last edited by iw1awh; 07-15-10, 21:04.

  • #2
    Re: TS-2000 con HRD e Dm780

    La seriale : utilizzo del protocollo CAT.













    E’ importante mettere a fuoco questa distinzione.

    La porta seriale di un PC collegato a un RTX sulla porta CAT serve unicamente per comandare o leggere frequenza, modo operativo e qualche altro parametro dell’RTX.

    La porta seriale collegata a un “modem” serve a inviare e ricevere dati (per un modo digitale) e a inviare il comando per passare in trasmissione o ricezione.

    Tipicamente quindi la prima evoluzione che si ebbe dopo l’iniziale introduzione del CAT era schematizzabile in un computer con due porte seriali, una per il “digitale” e una per impostare da pc la frequenza dell’rtx.







    La scheda audio come modem















    Esempio di interfaccia audio connessa all’RTX.



    Esempio di interfaccia CAT connessa all’RTX.















    La seriale dal punto di vista dei programmi





    Ham Radio Deluxe : filosofia generale della v.5



    Oggi, in HRD v.5.x abbiamo diversi moduli, HRD, Logbook2009 con Dx Cluster, Digital Master 780, Hrd Rotator, Hrd Sat tracking.







    HRD : su che frequenza sei sintonizzato ?
    RTX : sono a 14.225.0
    HRD : in che modo di emissione si impostato ?
    RTX : sono impostato in USB
    HRD : spostati a 14.235.0
    RTX : fatto
    HRD : mettiti in RTTY
    RTX : fatto

    La porta CAT





    Digital Master 780.







    La comunicazione tra moduli della suite di HRD

    Tutti i moduli di HRD si basano su questo concetto di comunicare attraverso la rete.



    Non mi dilungo oltre in questa guida nell’analisi degli altri moduli, per chi volesse approfondire raccomando e caldeggio la lettura dell’articolo apposito su questo forum al link :
    http://forums.ham-radio.ch/showthread.php?t=18512



    DM780 invece dialoga con HRD ma per decodificare o per trasmettere deve avere la scheda audio del PC connessa all’RTX.




    Trasmettiamo in digitale con il TS-2000

    Supponiamo ora che vogliamo trasmettere in PSK. Abbiamo settato il nostro HRD, settato DM780, impostato il TS-2000, collegato l’antenna eccetera eccetera.





    Il TS-2000 commuta in TX ma non riusciamo a pilotare il TX con la modulazione che stiamo inviando e di conseguenza non vediamo indicazione di PO.







    Per la SSB rispetto alla telegrafia era semplice. Quando commutiamo in CW il microfono viene escluso e quindi mentre trasmettiamo i nostri punti e linee non raccogliamo i rumori ambiente.

    Per i modi digitali AFSK (come il PSK, Olivia, Domino, SSTV, etc) dovevano fare qualche cosa di analogo. Ma a differenza della telegrafia dove l’abbassamento del tasto effettua una chiusura di un “interruttore” che manda in TX l’apparato e a differenza del microfono dove il pulsante di PTT ci abilita la capsula, per i modi digitali serviva un comando che dicesse al TS-2000 di andare in TX e che chiudesse invece l’ingresso del microfono.



    Per filosofia progettuale hanno invece pensato che l’ingresso al modulatore del TS-2000 sarebbe stato abilitato sull’ingresso posteriore ACC2 nel momento in cui fosse stato chiuso il contatto predisposto per il PTT sempre sulla presa ACC2.



    I comandi di trasmissione del TS-2000




    Abbiamo capito che di fatto abbiamo diversi PTT in gioco.

    Il PTT sul microfono che abilita l’ingresso del microfono.
    Il PTT che viene ricevuto come comando CAT via seriale che abilita ancora l’ingresso del Mic.
    Il PTT mandato con una linea su un pin della presa ACC2 e abilita l’ingresso tramite ACC2.


    Da come possiamo a questo punto immaginare la soluzione potrebbe essere semplice.
    Occorre usare una linea della seriale come l’RTS per mandarla al PTT sul connettore ACC2 e siamo a posto.



    Fine seconda parte (post 2 di 3 - continua)
    Last edited by iw1awh; 07-15-10, 21:05.

    Comment


    • #3
      Re: TS-2000 con HRD e Dm780

      Una possibile soluzione







      Una volta che abbiamo le due porte seriali sul pc, ne useremo una per comandare il TS-2000 via CAT e quindi leggere o impostare la frequenza, mentre la seconda la useremo per i “servizi” e quindi la gestione del PTT per i modi digitali o per la manipolazione in telegrafia.

















      Lato hardware abbiamo tutto pronto.

      Analisi delle impostazioni software









      Andiamo quindi su DM780.

      Clicchiamo su TOOLS e poi su Program Options (o premiamo sulla tastiera F8).
      Andiamo sulla scheda PTT.
      Notiamo che l’impostazione predefinita dovrebbe essere con accesa l’opzione che dice “via Ham Radio Deluxe – Dm780 must be connected to HRD.” nel riquadro “Ham Radio Deluxe”.

      Invece settiamo come opzione quella del primo riquadro “COM Port” abilitando la voce “via Serial (COM) port”.

      Se abbiamo usato il segnale RTS per comandare il PTT mettiamo il flag su “Set RTS (request-to-send)”, se invece abbiamo usato il DTR accendiamo laltra opzione (tipicamente il DTR lo useremo invece per il CW e si imposta in un’altra scheda).






      Verificate il cablaggio dei vari pin della ACC2 con il manuale del vostro rtx e con la vostra dotazione di interfacce o collegamenti che avete in stazione.

      La potenza di uscita la regolerete ovviamente regolando il livello del mixer di uscita dellla scheda audio. Attenzione a non eccedere, specie in Psk non bisogna mai che entri in azione l’Alc.



      Conclusioni



      Sapendo ora la logica che abbiamo analizzato potremmo individuare altre soluzioni.









      Questi programmi “Router” hanno configurazioni guidate che ci permettono di realizzare la stessa cosa avendo una sola interfaccia e una sola com port.





      Auguro a tutti una buona sperimentazione e un invito a collaborare e a diffondere sempre con i colleghi le vostre esperienze.




      Se trovi che queste note in qualche modo possano essere interessanti, clicca sul simbolino "add reputation" sotto al mio avatar nei post che ritieni opportuno segnalare. GRAZIE !



      73 !
      Rick iw1awh.


      Fine terza parte (Post 3 di 3 - fine)
      Last edited by iw1awh; 07-15-10, 21:06.

      Comment

      Working...
      X